Gli eventi culturali visti dai giovani delle scuole superiori

I ragazzi con il sindaco Giuseppe Sala

Cos’è la mafia?

in Festival dei Beni confiscati alle Mafie / Milano by

Durante l’inaugurazione del Festival dei Beni confiscati alle Mafie, sono intervenute molte personalità importanti per spiegarci, con una conferenza, cosa sia la Mafia. L’evento di inaugurazione della V edizione del Festival si è tenuto a Casa Chiaravalle, il più grande Bene confiscato alla Mafia nel Nord Italia, ampio ben 8 ettari.

Durante la mattinata, abbiamo partecipato ad una conferenza, nella quale sono intervenuti personaggi attivi nella lotta contra la Mafia. A presentare l’evento la presidente del Festival, Barbara Sorrentini, che ha introdotto l’argomento e gli ospiti intervenuti.

Il primo a parlare è stato l’assessore Pierfrancesco Majorino, che ha esposto gli obiettivi del Festival: raccontare la presenza nel Nord Italia delle organizzazioni mafiose e, al contempo, l’azione di riscatto dei Beni confiscati alle Mafie, sottolineando che la bellezza può nascere dalla nostra volontà di ricordare, per contrastarle, le azioni spregevoli compiute dalla Mafia.

In seguito è intervenuto il professor Nando Dalla Chiesa, che ha spiegato qual è l’unico modo per sconfiggere la mafia: conoscerla. Per farlo, il primo passo è capire quali sono gli obiettivi della Mafia a Milano, ossia ottenere potere insediandosi nel nostro quotidiano (bar, ristoranti, discoteche).

La presidente del comitato antimafia Carmen Manfredda ha esordito con un messaggio breve ma significativo: “L’antidoto alla mafia siamo noi”. La modalità di riconversione di Casa Chiaravalle ci è stata illustrata dalla presidente di Passepartout Silvia Bartellini. La casa diventerà abitazione di accoglienza per famiglie bisognose.

Umberto Ambrosoli, invece, ha nuovamente sottolineato che la Mafia deve essere combattuta da tutti, in particolare da noi giovani, e bisogna lasciar delegare la lotta ai cosiddetti “eroi”.

Questo concetto è stato ribadito anche dall’ex magistrato Gherardo Colombo che ha asserito che l’educazione alla legalità deve essere insegnata fin da piccoli nel quotidiano.

Gherardo_Colombo_inaugurazione_festival_mafie

Per ultimo è intervenuto il sindaco Giuseppe Sala che ci ha spiegato la crescente attrattività di Milano, città con una fiorente economia, che ha però lo svantaggio di attirare anche la Mafia. È dovere di noi giovani contrastarla. Dopotutto, come ci ricorda più volte la presidente di Libera Lucilla Andreucci, il cambiamento è possibile partendo da noi. L’esempio del coraggio e della forza di volontà di queste persone ci incoraggia ad  impegnarci a non chiudere gli occhi davanti alle ingiustizie e provare, pur nel nostro piccolo, a contrastarle.

– Martina Lorenzon, Elena Montiero, Sara Alice Scebba

Latest from Festival dei Beni confiscati alle Mafie / Milano

il giornale dei ragazzi e Pif

Intervista a Pif

Prima dell’inizio della sua retrospettiva al Mic di Milano, in occasione del
Go to Top